Quattro appuntamenti attraverso inneggiare le donne e il vino, tra fashion, mode e tendenze, logicamente al femminile

Quattro appuntamenti attraverso inneggiare le donne e il vino, tra fashion, mode e tendenze, logicamente al femminile

Dal 2 al 9 marzo le Donne del Vino sopra Sicilia si raccontano, confrontano e fanno centellinare i loro gioielli enologici. A Marsala e popolare unitamente “Vino e design” il 2 marzo, a Palermo e Catania il 9 unitamente “Donne, vino e. ..”

Il puro del vino diventa fashion unitamente “La anniversario delle Donne del Vino” dal settentrione al mezzogiorno del Belpaese. Cantine d’autore, etichette, accessori da vino, packaging e linguaggi alternativi: attuale e aggiunto negli eventi dedicati al paura « Donne Vino e Design » perche si svolgeranno con tutta Italia per allontanarsi da sabato 2 marzo a causa di tutta la settimana successiva. Visite con taverna, performance, conferenze, piccole mostre, spettacoli organizzati dall’ organizzazione squadra della propria nazione Le Donne del Vino . Un maniera per mettere in fondo i riflettori l’apporto di creativita, cambiamento e posizione fornito del “gentil sesso” al particolare settore efficiente. Un maniera superbo tuttavia di nuovo fattivo per riportare affinche il vino sta cambiando immagine e questa rinnovamento e roseo.

E la Sicilia, la ambasceria Donne del Vino presieduta da Roberta Urso, festeggia sabato 2 marzo unitamente paio diverse iniziative per Marsala, mediante cittadina di Trapani e per affermato, con paese di Siracusa.

“Sabato 2 Marzo noi Donne del vino di Sicilia racconteremo il nostro terra, prodotto di vino, vigneto, territori e assai entusiasmo- dice Roberta Urso, delegata locale dell’associazione- . Lo faremo aprendoci al generale all’interno di coppia splendide location, luoghi di divulgazione della formazione del vino, quali le Enoteche della carreggiata del Vino di Marsala e del Val di rinomato. Complesso alle sostituto delegate Stefania Busa’ e vegetazione Mondello, ed alle socie tutte della commissione Sicilia vogliamo intensamente fare drappello tra di noi nella trafila, ponendo risalto sulla centralita del vino in l’economia della nostra isola. Il nostro inizio graduato sara particolare la ricevimento azzurri delle Donne del vino: la importante di analisi delle nostre etichette del sentimento diventa principio durante riportare esperienze uniche, fatte di tormento ed vivacita pura, unita alle voci di grafico & architetti siciliani la cui apostolato e’ realizzare ed esprimere incanto ”.

Partecipano e graphic grafico, stilisti ed architetti a causa di incendiare la disputa sulle cambiamento bellezza del vino coniugata al muliebre. La bottiglia e gli accessori da vino si trasformano mediante arredi civettuoli della casa e della tabella e non sono oltre a soltanto strumenti di un beneficio ben evento. Anche il intensita di etichette, packaging, luoghi e accessori del vino viene influenzato dalla femminilizzazione: escluso blu, fosco e livido, ancora imporporato e pastelli. Ancora il espressione cosicche viene impiegato e unito esteriormente dagli schemi, in quale momento non di discordia riguardo alla uso, portando ad eccitare la questione sulle nuove forme di diffusione.

A Marsala, le Donne del Vino si raccontano da parte a parte le etichette oltre a significative della loro opera, sabato 2 marzo alle 17,30 nella suggestiva modanatura di Palazzo Fici,- edificio incaricato figura di Marsala, Citta del Vino- in quanto ospita l’enoteca delle Strade del Vino di Marsala, Terre d’Occidente (via XI Maggio, 32). L’apertura dell’incontro e affidata al leader dell’Associazione percorso del Vino di Marsala- Terre d’Occidente- il pubblico ufficiale Salvatore Lombardo. Partecipano: Rosanna Caruso di Caruso e Minini, Lilly coltello della Fazio Wines, Federica Fina di Cantine Fina, Marisa Leo di Colomba Bianca, Samantha Di Laura di Scirocco, Flora Mondello di Gaglio Vignaioli, Vinzia Novara Di Gaetano di Firriato, Jose’ Rallo di Donnafugata, Annamaria cinema di Gorghi Tondi, Roberta Urso di Cantine Settesoli. Intervengono, le graphic progettista, Stefania Bonura e Maricetta Gianfalla. Modera, Giusy Messina, redattore. Per succedere le degustazioni di vini delle etichette presentate.

Mediante contemporanea, per affermato, sabato 2 marzo, alle 16,30 le Donne del Vino parlano di vino, design e amenita sopra una delle splendide sale di reggia Nicolaci di Villadorata, fulgido dimostrazione dell’esuberanza del bizzarro siciliano fra arredi originali e soffitti affrescati, con Samuele randello, interior design, Cori Amenta, stilista e Lucia vescovo di Roma, urbanista. L’’apertura dell’incontro e affidata all’Assessore al Turismo della metropoli di pubblico, Giusy zelante. Partecipano: Antonietta Azzaro di Amanto, Stefania Busa di Rudini, Mariangela Cambria di Cottanera, Francesca Curto di Curto, Valentina Nicodemo di Judeka, Viviana Pitino di Planeta, Silvana Raniolo di Bastonaca, Arianna vivace di Tenute Mannino, Giovanni Carbone di vallata dell’Acate e Antonino Ruggirello di Firriato. Modera, Maria Antonietta Pioppo, inviato. A avvenire le degustazioni di vini delle etichette presentate https://hookupdate.net/afrointroductions-review/ nell’adiacente cantina Strada del Vino del Val di rinomato (coraggio R. Pirri snc).

Collaboratore delle iniziative a causa di la “Festa delle Donne del Vino” per Marsala, l’ unione della carreggiata del Vino di Marsala, Terre d’Occidente, l’Enoteca della via del Vino di Marsala-Terre d’Occidente, il Cavaliere Bonta siciliane,

Fidanzato per affermato, la Citta di affermato, l’enoteca della cammino del Vino del Val di popolare, il unione di cura del Cioccolato di Modica, Campisi conserve, Neromonte confetture e l’azienda casearia Food Custode dei Sensi.

La ricevimento delle Donne del Vino e un avvenimento diffuso che si svolge sopra tutte le regioni italiane per mezzo di eventi collettivi e individuali, nelle cantine, nei ristoranti e nelle enoteche delle socie.

«L’immagine del vino del altro millennio appare fermamente femminilizzata ringraziamenti al nuovo indicazione delle donne nella elaborazione, nel vendita e anzitutto nei consumi – dice Donatella Cinelli Colombini , responsabile interno dell’Associazione – durante 8.000 anni il vino e governo un ambito approssimativamente solo da uomo, bensi oramai non e oltre a dunque. Oggi le donne guidano un altro delle cantine italiane e il 24% delle imprese commerciali al dettaglio del vino (dati Cribis- Crif). Per grado mondiale sono loro per comprare la maggior ritaglio delle bottiglie, il 40% dei corsisti wine expert Wset sono donne e in Asia, le giovani insieme gli occhi verso mandorla stanno assumendo un ruolo protagonista del mercato. Vedi affinche la bellezza del vino diventa oltre a autorevole giacche nel trascorso, adatto a consenso del maggior obbligo del prudenza femminino. Per loro difatti l’immagine conta, anzi conta molto».

Le Donne del Vino della Sicilia saranno protagoniste a “Donne, vino e …” nelle giornate dell’8 e 9 marzo insieme due diversi appuntamenti per Palermo e Catania.

You may also like...